Adrián N. Bravi | L’idioma di Casilda Moreira

Su una carta geografica dietro la cattedra aveva indicato la zona dove si parlavano queste lingue, compresa la famiglia a cui appartenevano, e alla fine aveva raccontato un aneddoto che aveva suscitato la curiosità di alcuni studenti. Di una di queste lingue erano rimasti solo due parlanti, un uomo e una donna. - Ma la … Leggi tutto Adrián N. Bravi | L’idioma di Casilda Moreira

Annunci

Enrique González Tuñón | Letti da un soldo

Sono stato amico di ladri, biscazzieri, gente miserabile. Ho conosciuto gente spregevole, donne ipocrite, puttane. La vita è amara, pesante, difficile. Adesso penso che avrei dovuto morire quando mi operarono per non so quale malanno, venti e più anni fa. Ero un bambino, e mi avrebbero portato al cimitero in una cassa bianca. Invece di … Leggi tutto Enrique González Tuñón | Letti da un soldo

Ricardo Romero | Storia di Roque Rey

Roque Rey guarda le scarpe e non sa bene che cosa dovrebbe pensare, che cosa potrebbe dire in un momento simile. Perché il problema è che l'uomo che è diventato sa che momenti simili non esistono (...) Le scarpe sono uniche e lo è, anche, l'atto di togliersele. Roque Rey guarda le scarpe e contempla … Leggi tutto Ricardo Romero | Storia di Roque Rey

Mariana Enriquez | Quando parlavamo con i morti

I tre racconti raccolti nel volume "Quando parlavamo con i morti" della scrittrice e giornalista argentina Mariana Enriquez sono inquietanti e claustrofobici. In una Buenos Aires lugubre si muovono i protagonisti di queste storie che hanno qualcosa di misterioso e soprannaturale. Lontana dal realismo magico degli autori sudamericani più famosi, la Enriquez cerca di spaventare … Leggi tutto Mariana Enriquez | Quando parlavamo con i morti

Julio Cortàzar | Storie di cronopios e di famas

Con Cortàzar inauguro il filone dei grandi romanzieri argentini (ho in mente a breve di leggere Borges, anche se l'ho già 'conosciuto' attraverso le sue splendide raccolte poetiche). Mi sono messa a leggere Cortàzar con un po' di timore perché avevo paura della sua grandezza e del suo nome. E' un po' come quando senti … Leggi tutto Julio Cortàzar | Storie di cronopios e di famas