Lorenzo Mazzoni | Il muggito di Sarajevo

Lasciò scritto un biglietto alla madre, dicendole che non doveva preoccuparsi per lei e che sarebbe andata a Sarajevo a cercare fortuna, si mise uno zaino in spalla e partì verso sud. A Kiseljak trovò il passaggio con i puffi danesi (...) Al check point Sierra One il poliziotto serbo era troppo sbronzo per accorgersi … Leggi tutto Lorenzo Mazzoni | Il muggito di Sarajevo

Wojciech Tochman | Come se mangiassi pietre

Recensire "Come se mangiassi pietre" di Wojciech Tochman, tradotto da M. Borejczuk, edito da Keller, è impossibile. È impossibile parlare di un reportage così, dove ogni pagina stilla di dolore, paura, miseria, morte. Forse è persino impossibile, per noi, comprendere, benché siano cose accadute vicino a noi. Per questo ho deciso di scrivere una breve … Leggi tutto Wojciech Tochman | Come se mangiassi pietre

Paolo Rumiz | Maschere per un massacro

È dalla Serbia che parte la prima, determinante spinta alla disintegrazione della Jugoslavia. Perno di questa spinta è la disinformazione attraverso i mass media (...) è disinformazione pre-bellica. Essa rappresenta qualcosa di tremendamente moderno e complesso: non serve a depistare l'avversario, ma a costruire la guerra nella mente della gente, a gonfiare un antagonismo che … Leggi tutto Paolo Rumiz | Maschere per un massacro

Viaggiare con i libri: “Gli orologi di Praga” di Paolo Ganz

Praga (...) ritrova la sua bellezza nei vicoli, quando le strade si svuotano e le luci si spengono. Ti cammina a fianco, con la spavalda baldanza di una matura signora figlia della Mitteleuropa, lasciando che il vento che scende dalle colline lungo la Moldava le faccia volare lo spolverino (...) ti guarda di sottecchi e … Leggi tutto Viaggiare con i libri: “Gli orologi di Praga” di Paolo Ganz

Carmen Korn | Aria di novità

"Se dovessi riscrivere la tua via in bella copia, faresti delle correzioni?" aveva domandato Henny a Käthe. "Oh, sì, parecchie. L'aborto, il Partito Comunista... il mio Rudi, no, lui me lo terrei così com'è. Ernst invece è un personaggio di cui avrei fatto volentieri a meno" (...) "Ma senza Ernst non ci sarebbe Klaus". E … Leggi tutto Carmen Korn | Aria di novità

Aroa Moreno Durán | Cose che si portano in viaggio

Non era mezzanotte, non c'era pericolo di imbattersi nei vicini. La casa era vuota a quell'ora, come tutte le mattine. Non vacillai nell'infilare quattro cose nella borsa. Lo feci, invece, quando mi guardai indietro (...) Nella borsa che portai con me, la stilografica di nichel, il berretto russo, non lo voglio più questo berretto, mi … Leggi tutto Aroa Moreno Durán | Cose che si portano in viaggio

Il viaggio ai tempi della quarantena: consigli di lettura

Il primo giorno delle vacanze di Carnevale sono partita per la Romania e ho lasciato un'Italia piuttosto tranquilla. Nel giro di qualche giorno, si è scatenato il delirio: la presenza del COVID-19 è stata confermata in Italia. Tornata a casa, complice la chiusura della scuola, ho approfittato del tempo libero per dedicarmi a passatempi che non … Leggi tutto Il viaggio ai tempi della quarantena: consigli di lettura

Paolo Rumiz | È Oriente

C'è una linea d'ombra in Europa. Non è ovest e nemmeno est. Sta al centro, taglia la Mitteleuropa e il suo groviglio di etnie. Corre dal Baltico ai Balcani e segna i luoghi dove i due totalitarismi del ventesimo secolo si sono affrontati nel modo più infame. Disegna una geografia di vergogne: lapidi, ossari, cortine … Leggi tutto Paolo Rumiz | È Oriente

Timișoara, viaggio nella città della Rivoluzione

Ormai lo sanno tutti coloro che mi conoscono: sono irrimediabilmente attratta dai luoghi meno turistici o famosi, quasi defilati rispetto alle località più note e appetibili. Se poi questi si trovano nell'Europa Orientale, tanto meglio. La Romania mi ha sempre affascinata e finalmente ho avuto l'occasione di visitare la città di Timișoara. Timișoara è la … Leggi tutto Timișoara, viaggio nella città della Rivoluzione

Jing-Jing Lee | Storia della nostra scomparsa

Il tempo è una cosa buffa. Oppure è relativo, come ho letto da qualche parte. Una cosa relativamente buffa: per come accelera quando non vedi l'ora che succeda qualcosa, o quando hai un bisogno disperato di portare a termine qualcosa (...) O per come non passa mai quando non hai niente da fare (...) Quando … Leggi tutto Jing-Jing Lee | Storia della nostra scomparsa