Donatella Di Pietrantonio | L’Arminuta

Non c'era ragione di esistere al mondo. Ripetevo piano la parola mamma cento volte, finché perdeva ogni senso ed era solo una ginnastica delle labbra. Restavo orfana di due madri viventi. Una mi aveva ceduta con il suo latte ancora sulla lingua, l'altra mi aveva restituita a tredici anni. Ero figlia di separazioni, parentele false … Leggi tutto Donatella Di Pietrantonio | L’Arminuta

Valentina Parisi | Una mappa per Kaliningrad. La città bifronte

In realtà Königsberg non aveva bisogno di essere rinominata Kaliningrad per diventare sovietica. E neppure del sacrificio dei 1200 uomini dell'Armata Rossa che caddero durante i tre giorni di assedio, dal 6 al 9 aprile 1945, per strapparla ai tedeschi. Che Königsberg dovesse essere russa l'aveva già spiegato Stalin il 1° dicembre 1943 alla conferenza … Leggi tutto Valentina Parisi | Una mappa per Kaliningrad. La città bifronte

Anselmo Roveda e Marco Paci | Atlante delle avventure e dei viaggi per terra e per mare

Tirava un ventaccio rigido, tagliente, secco, che gonfiava i visi e screpolava le carni, e la neve cadeva turbinosamente cacciandosi negli occhi e perfino dentro di caftani. Quell'immensa pianura bianca, che di tratto in tratto il sole, facendo la sua comparsa fra uno squarcio di vapori, illuminava, aveva un aspetto così triste che stringeva il … Leggi tutto Anselmo Roveda e Marco Paci | Atlante delle avventure e dei viaggi per terra e per mare

Aldo Simeone | Per chi è la notte

"Si chiama Bosco delle Sorti. È pericoloso. Ci si può entrare sono con la bulletta". "Con cosa?" "Col permesso scritto. È per via degli streghi. Dopo il tramonto, si vedono delle luci. Le ho viste pure io". "Cosa sarebbero questi streghi?" "Anime cattive. Morti, forse. Vanno dopo il tramonto, in processione a lume di candela … Leggi tutto Aldo Simeone | Per chi è la notte

Tiziano Terzani | Buonanotte, signor Lenin

In tutti i miei precedenti viaggi nell'Unione Sovietica ero sempre stato incuriosito dalle decine di statue di Lenin, piccole, grandi, medie, gigantesche, in bronzo, in marmo, in cemento che avevo visto adornare le solite piazze al centro di ogni città e ogni villaggio di questo immenso, ma, in ciò, monotonissimo paese (...) Le sorti di … Leggi tutto Tiziano Terzani | Buonanotte, signor Lenin

Viaggi e gourmet: due libri che raccontano l’Europa attraverso la gastronomia

Tra le ultime uscite della casa editrice EDT spiccano due interessanti volumi che intrecciano il viaggio alla gastronomia: "Esperimento Marsiglia" di Paolo Di Paolo, un agile libretto che racconta Marsiglia attraverso le cucine francese ed etniche, e "Golosi in viaggio" di Richard Mellor (edizione italiana a cura di Luca Iaccarino), un volume che permette di … Leggi tutto Viaggi e gourmet: due libri che raccontano l’Europa attraverso la gastronomia

Giulio Querini | Odissea veneziana

Uno stridulo richiamo del bibliotecario, immobile al tavolo al quale era seduto, mi richiamò alla realtà attuale: "Schiavo, presto sarà buio, tornatene dal tuo padrone". Mi girai, esitai un attimo e poi subito, senza replicare, uscii dalla biblioteca piuttosto avvilito. Mi resi conto che solo l'intervento del pascià avrebbe potuto invertire l'ostilità del bibliotecario e … Leggi tutto Giulio Querini | Odissea veneziana

Tino Mantarro | Nostalgistan. Dal Caspio alla Cina, un viaggio in Asia Centrale

Non so bene perché, ma amo le terre ex sovietiche. Sono sensibile all'estetica dello sfascio (...) In questa parte di mondo ho come l'impressione che dietro ogni angolo sbrecciato, dietro ogni catapecchia di legno, dietro ogni tettoia ci sia una storia, qualcosa che valga la pena essere visto. Certo, di fronte a tanta innegabile sconfitta … Leggi tutto Tino Mantarro | Nostalgistan. Dal Caspio alla Cina, un viaggio in Asia Centrale

Massimo Carlotto | Cristiani di Allah

Partimmo immediatamente. La marina era ricoperta di cadaveri, carogne di animali e legni fracassati. Contammo sedici grandi galere da guerra e trovammo tracce del naufragio della grande bastarda dei cavalieri di Malta. Tornammo ad Algeri la notte del 26 ottobre. La città era in festa anche sotto la tempesta che non accennava a diminuire. Hassan … Leggi tutto Massimo Carlotto | Cristiani di Allah

Franco Faggiani | Il guardiano della collina dei ciliegi

Le scelte, più che le imposizioni, prevedono sempre dei compromessi, dei patti che poi vanno rispettati con onore. Io ho prestato fedeltà al signor Fukuta e mi occupo dei ciliegi, che sono piante sacre. Ultimamente, è vero, a volte mi sono trovato a invidiare le gru, alle quali basta prendere un po' di rincorsa, aprire … Leggi tutto Franco Faggiani | Il guardiano della collina dei ciliegi