Martin Pollack | Paesaggi contaminati. Per una nuova mappa della memoria in Europa

Come vivono le persone, come viviamo con quello che sappiamo, come ci regoliamo, come lo conciliamo con la nostra quotidianità? Vediamo con gli stessi occhi di prima il paesaggio in cui sono avvenuti i fatti, e in cui continuiamo a vivere, o dover vivere, perché lì siamo a casa, lì abbiamo le nostre case, i … Leggi tutto Martin Pollack | Paesaggi contaminati. Per una nuova mappa della memoria in Europa

Annunci

Sylvie Schenk | Veloce la vita

Eppure sei presa da una sensazione di infinito, la tua vita si apre, una fine è impensabile, la tua anima è come quel mulino là fuori, un vero mulino con le pale che girano al vento, che macinano scintille d'amore sempre nuove spargendole per il mondo. L'amore, e soprattutto l'attesa dell'amore, trasforma tutto, le colline, … Leggi tutto Sylvie Schenk | Veloce la vita

Cornelia Klauss e Frank Böttcher | Alpinisti illegali in URSS. Viaggiare controvento

Lassù, tra i 6000 e i 7000 metri la mente dell'uomo cambia, non si pensa più a nulla, è tutto meccanico: "Ora il piede qui. Respira profondamente tre volte. Il piede qua e ancora tre respiri. Soprattutto non cadere né addormentarti, si muore in un battibaleno". Quei pensieri normali che si fanno in pianura lassù … Leggi tutto Cornelia Klauss e Frank Böttcher | Alpinisti illegali in URSS. Viaggiare controvento

Alina Bronsky | L’ultimo amore di Baba Dunja

Un anno fa un biologo è venuto a casa mia a fotografare le ragnatele (...) Marja dice che sono una casalinga negligente. Il bello della vecchiaia è che non hai più bisogno di chiedere il permesso a nessuno, né per vivere nella tua vecchia casa né per lasciare ragnatele appese. Anche i ragni erano già … Leggi tutto Alina Bronsky | L’ultimo amore di Baba Dunja

Jacek Hugo-Bader | I diari della Kolyma. Viaggio ai confini della Russia profonda

Non è facile andarsene perché tutti gli abitanti della Kolyma, compresi i prigionieri, sono arrivati via mare. E fino a oggi questo è l'unico modo per andarsene: mostrando il documento d'identità e comprando un biglietto per la nave o l'aereo. Proprio come se la Kolyma fosse un'isola (...) Un'isola così distante, quasi fosse un altro … Leggi tutto Jacek Hugo-Bader | I diari della Kolyma. Viaggio ai confini della Russia profonda

Martin Pollack | Galizia. Viaggio nel cuore scomparso della Mitteleuropa

Questo viaggio immaginario, con tutte le situazioni, i luoghi e le persone che descrive, si svolge interno al 1900, epoca a cui risalgono anche i brani tratti dalle opere di autori provenienti dalla Galizia e dalla Bucovina. È possibile oggi ripercorrere questo viaggio, perlomeno per quanto riguarda gli itinerari e le strade, che spesso conducono … Leggi tutto Martin Pollack | Galizia. Viaggio nel cuore scomparso della Mitteleuropa

György Konrád | Partenza e ritorno

Nel febbraio del 1945 eravamo seduti sulla panca di un carro bestiame fermo, immobile. Non riuscivo a staccarmi dalla porta aperta, dalla quale penetrava il vento tagliente della pianura innevata. Volevo tornare a casa da Budapest per non rimanere ospite, e per farlo mi sobbarcai un viaggio di una settimana a Berettyóújfalu, dove erano stati … Leggi tutto György Konrád | Partenza e ritorno

Aglaja Veteranyi | Lo scaffale degli ultimi respiri

Concepita ero stata concepita a Cracovia, dice mia madre. Concepita a Cracovia e partorita a Bucarest. Sono una valacca. Cos'è una valacca? Le mani della mia levatrice venivano dalla Germania. La mia appendice rimase in Cecoslovacchia, in un ospedale militare. Si dovette tirare il freno d'emergenza del treno. All'epoca c'erano ancora mio padre e mia … Leggi tutto Aglaja Veteranyi | Lo scaffale degli ultimi respiri

Irena Brežná | Straniera ingrata

I libri testimonianza di esperienze reali mi interessano sempre e "Straniera ingrata" di Irena Brežná (trad. S. Forti, Keller editore 150 pagine, 14.50 €) è uno di questi. Scritto in realtà a due voci, il romanzo della Brežná invita il lettore a riflettere sui sentimenti e sulle paure di chi abbandona il proprio paese alla … Leggi tutto Irena Brežná | Straniera ingrata

Arno Camenisch | Ultima sera

Una delle cose che amo di più del Salone del Libro di Torino è la possibilità di chiacchierare con gli editori, loro impegni permettendo; qualche anno fa, girovagando tra gli stand, ho incontrato Keller editore e un po' travolta dal loro entusiasmo, un po' dai titoli brillanti, ricordo che una di loro mi aveva parlato … Leggi tutto Arno Camenisch | Ultima sera