Alessandro Barbero | Il divano di Istanbul

L'impero ottomano fu fondato dalla dinastia turca che portava questo nome; noi in italiano lo chiamiamo spesso impero turco, ma in realtà la sua storia non si può ridurre alla storia dei turchi, che pure erano il popolo dominante. Si trattava di un impero multietnico e multireligioso; uno spazio politico immenso che andava da Algeri … Leggi tutto Alessandro Barbero | Il divano di Istanbul

Annunci

Carmen Korn | È tempo di ricominciare

Spazzate via le macerie, Amburgo era diventata una città di grandi spazi aperti, vuoti, in cui le baracche di legno davano un senso di solidità superiore a quello dei grossi palazzi (...) Cos'è che aveva detto Max Brauer, il sindaco di Amburgo? Che la ricostruzione doveva avvenire anche sul piano spirituale (...) [È tempo di … Leggi tutto Carmen Korn | È tempo di ricominciare

Letteratura dell’Oceania | Racconti dalle isole Cook

Nel mio giro del mondo attraverso i libri ho avuto qualche difficoltà a reperire in italiano scritti di Autori e Autrici nati in Oceania finché non ho scoperto l'antologia "Sottosopra. Scrittori contemporanei del Sud Pacifico" a cura di Simone Garzella, edito per Robin Edizioni. Nell'antologia curata da Garzella non compaiono racconti da tutti gli Stati … Leggi tutto Letteratura dell’Oceania | Racconti dalle isole Cook

Ivica Đikić | Cirkus Columbia

E sulla maledetta giostra si sedette per primo Divko Buntić. Si presentò all'alba del giorno seguente con le tasche piene di soldi, diede al ragazzo della giostra un rotolo di banconote e ordinò che la macchina non fermasse finché fosse bastato il denaro (...) Intorno a mezzogiorno per tutta la città già si raccontava che … Leggi tutto Ivica Đikić | Cirkus Columbia

Mohamed Mbougar Sarr | Terra violata

Idrissa pensò che in fondo era inutile parlare, ma sapeva che forse proprio quel pensiero era la più grande vittoria della Fratellanza: riuscire a far credere alle persone che parlare fosse inutile e che la Fratellanza, nel proprio linguaggio, potesse parlare al posto loro ed esprimere meglio il loro pensiero. Così, dispensandole dal parlare, le … Leggi tutto Mohamed Mbougar Sarr | Terra violata

Maria Iordanidou | Loxandra

Amava Makrohòri, con il suo mare aperto e i pesci, gli astici, le rane pescatrici, le aragoste... Amava il Bosforo, con i grandi palazzi, le cui scalinate arrivavano fino al mare. Con i platani millenari, i castagni, le acque abbondanti, le correnti impetuose che trascinavano con sé grandi messe di pesci dal Mar Nero: il … Leggi tutto Maria Iordanidou | Loxandra

Tschingis Aitmatov | Melodia della terra

Ciò che mi sorprendeva di più era la passione, l'ardore che permeava la melodia stessa. Non sapevo come chiamare tutto questo, e non lo so tuttora, o più esattamente non posso dire se quella fosse soltanto la voce o qualche cosa di ben più importante che usciva dal cuore stesso dell'uomo, qualche cosa capace di … Leggi tutto Tschingis Aitmatov | Melodia della terra

Adrián N. Bravi | L’idioma di Casilda Moreira

Su una carta geografica dietro la cattedra aveva indicato la zona dove si parlavano queste lingue, compresa la famiglia a cui appartenevano, e alla fine aveva raccontato un aneddoto che aveva suscitato la curiosità di alcuni studenti. Di una di queste lingue erano rimasti solo due parlanti, un uomo e una donna. - Ma la … Leggi tutto Adrián N. Bravi | L’idioma di Casilda Moreira

Corrado Augias | I segreti di Istanbul. Storie, luoghi e leggende di una capitale

A dispetto di ogni mutamento, Istanbul resta un insieme unico al mondo se non altro per la quantità di storia che racchiude, per le tracce che un così lungo passato vi ha impresso. Chi decide di visitarla dovrebbe essere in grado di cogliere questi riferimenti restituendo così (...) un po' di vita e di senso … Leggi tutto Corrado Augias | I segreti di Istanbul. Storie, luoghi e leggende di una capitale

Ayesha Harruna Attah | I cento pozzi di Salaga

Nelle stradine strette di Salaga si vedeva gente con le vesti sudice e stracciate curva su mucchi fumanti di macerie, intenta a raccogliere i resti carbonizzati della propria vita. Un uomo calò un recipiente dentro un pozzo e si ripulì il viso dalla fuliggine. "Un altro pozzo!" esclamò Wumpini. "Salaga è la città dei cento … Leggi tutto Ayesha Harruna Attah | I cento pozzi di Salaga