Laurent Chauvaud | Storia della conchiglia pellegrina. La sentinella dell’oceano

Come ha fatto un oggetto di studio scientifico a diventare un alleato dei ricercatori per archiviare le informazioni nascoste nelle profondità del mare e del tempo? Come ha fatto la conchiglia di San Giacomo a diventare la sentinella del nostro pianeta e dell’oceano? Come abbiamo imparato ad ascoltarla? Perché è necessario decifrare il suo linguaggio segreto per capire l’oceano e ciò che lo minaccia? (…) Ma prima di tutto, come si diventa uno specialista della conchiglia di San Giacomo? Per me è cominciato in una piscina d’acqua di mare in Normandia.

Storia della conchiglia pellegrina, L. Chavaud, trad. S. Prencipe

Quando in biblioteca ho adocchiato “Storia di una conchiglia pellegrina. La sentinella dell’oceano” di Laurent Chauvaud, tradotto da Sara Prencipe per add editore, mi sono detta: perché non leggere questo intrigante libro? Illuminazione più che buona: galeotto fu il libro e lo scienziato che lo scrisse, in poco meno di due giorni mi sono immersa e sono riemersa da questo delizioso e interessante libro.

Laurent Chauvaud è un biologo marino francese, che nel corso della sua carriera ha lavorato negli oceani di tutto il mondo, dall’Europa all’Asia, dalle Americhe fino in Antartide, per decifrare i segreti degli abissi, tornando ogni volta con la maggiore consapevolezza della maestosità, e allo stesso tempo della fragilità, degli ecosistemi naturali.

Protagonista dell’agile libro è la conchiglia di San Giacomo, nome comune del genere Pecten sp., declinato in varie specie che popolano appunto i mari e gli oceani del mondo. La conchiglia di San Giacomo è nota per essere il simbolo dei pellegrini che si incamminano verso Santiago de Compostela; era conosciuta nell’antichità perché dal mollusco si ricavava il famoso colorante rosso; è attualmente uno dei molluschi più pregiati e costosi che non mancano mai sulle tavole durante le festività di Natale.

Photo by Mandy Henry on Unsplash

Per i biologi e i ricercatori di tutto il mondo, il guscio calcareo dei rappresentanti del genere Pecten sono un archivio fenomenale di dati climatici. Insomma, i gusci del piccolo mollusco custodiscono tutta una serie di intriganti segreti che Chauvaud snocciola nel bellissimo testo.

Eccezionale sentinella dei cambiamenti che avvengono in mare, come quando un’ondata di gelo ha stretto nella sua agghiacciante morsa la costa bretone e la rada di Brest. Calendario del tempo che trascorre, segnalando se le stagioni dell’anno hanno avuto anomalie verso il caldo o verso il freddo. Termometro che segnala la variazione della temperatura dell’acqua dove vive restituendo il rapporto tra due diverse tipologie di isotopi dell’ossigeno. Insomma, un piccolo organismo che custodisce un notevole microcosmo di utilissime informazioni.

Le riflessioni finali sono preziose: è assodato che tutti gli esseri viventi – uomo compreso – sono immersi nello stesso ecosistema, delicatissimo e fragile, che va protetto e preservato, per il bene di tutti.

Titolo: Storia della conchiglia pellegrina
L’Autore: Laurent Chauvaud
Traduzione dal francese: S. Prencipe
Editore: add editore
Perché leggerlo: per scoprire una parte dei misteri che custodisce un piccolo mollusco marino

2 pensieri su “Laurent Chauvaud | Storia della conchiglia pellegrina. La sentinella dell’oceano

  1. marina lo blundo ha detto:

    Grazie per questa recensione! Non conoscevo questo libro, ma il tema mi ha decisamente incuriosito! Chi l’avrebbe mai detto che si potessero trarre tutte queste informazioni da una conchiglia? Che poi è una conchiglia già di per sé piena di significati storici…

    Piace a 1 persona

    • Claudia ha detto:

      Ciao Marina! Grazie del commento 🙂
      Il libro è molto interessante ed è accessibile anche a chi non è specialista del settore 🙂 Quindi si imparano un sacco di cose curiose! Buona lettura!

      "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.