Viaggiare con i libri: “Gli orologi di Praga” di Paolo Ganz

Praga (…) ritrova la sua bellezza nei vicoli, quando le strade si svuotano e le luci si spengono. Ti cammina a fianco, con la spavalda baldanza di una matura signora figlia della Mitteleuropa, lasciando che il vento che scende dalle colline lungo la Moldava le faccia volare lo spolverino (…) ti guarda di sottecchi e non dice nulla di sé dal momento che, per chi non la sa capire, le parole sarebbero comunque inutili. E tu, viaggiatore sul far della notte, a malapena riesci a dissimulare il desiderio di coprire i suoi passi con invereconda bramosia (…) [Gli orologi di Praga, Paolo Ganz]

Un viaggio attraverso letteratura e sentimenti: ecco l’obiettivo di Paolo Ganz, scrittore e viaggiatore veneto, autore di “Gli orologi di Praga“, edito da Bottega Errante.

Questo viaggio incomincia al Lido di Venezia, quando Ganz partecipa ad una conferenza in una biblioteca; attratto, logicamente, dai libri, acquista dei volumi che parlano entrambi di Praga, dei suoi fantasmi e dei suoi personaggi.

Un segno del destino: è Praga che chiama Ganz, gli sta dicendo di tornare a passeggiare lungo la Moldava, a calpestare le antiche pietre del Ponte Carlo, ad ammirare la bellezza di una città senza tempo, immerso nel ticchettio dei suoi mille orologi.

Per quanto mi riguarda, se un libro mi dice “aspetta” io aspetto; se mi dice “ama” io amo; se mi dice “parti” io obbedisco. Perché lui – il libro – sa sempre quello che è meglio per me  [Gli orologi di Praga, Paolo Ganz]

Ecco quindi l’Autore a Praga. Di nuovo. Nuovamente alla scoperta dei vicoli, delle piazze, dei ponti, degli edifici storici e degli orologi della Città d’Oro. E noi lettori con lui, accompagnati quasi in punta di piedi, ascoltiamo le storie legate alla capitale della Repubblica Ceca.

Incontriamo gli scrittori che ritrassero Praga, come Jan Neruda, Franz Kafka, Milan Kundera, per citare i più noti. Vengono poi raccontati aneddoti, fatti storici e analizzati personaggi che con i loro eclatanti gesti – come Palach – la scrissero, la storia della città.

Gli orologi di Praga” è un libro che con uno stile poetico permette davvero di fare un tour nella capitale ceca, un libro prezioso per chi vorrebbe andare a Praga e per chi, come me, c’è stato e vuole rivivere le emozioni già vissute.

Ponte Carlo e il Castello di Praga (foto: Claudia)

Ma ci sono dei luoghi a Praga, quasi delle latitudini abilitate all’apertura del sentimento, dove la visione del lettore, o del viaggiatore – che alla fine coincidono – acquista profondità e chiarezza. Sono zone di luce in cui tutto si compone, ogni dettaglio si congiunge agli altri naturalmente, e ogni immagine pare legittima e possibile [Gli orologi di Praga, Paolo Ganz]

Che Praga sia una città magica, soprattutto di notte, lo sapevo perché l’ho vissuta. È una capitale europea dalla forte vocazione turistica, è innegabile, ma allo stesso tempo riesce a conservare un fascino unico, nonostante le frotte di turisti. Una città facile da amare, soprattutto per chi prima la vive attraverso i libri.

Così Praga dalle mille sorprese non si smentisce: dietro a ogni angolo ci sono una storia, un riferimento letterario o un sorprendente incontro; forse è davvero la città in cui ognuno di noi può trovare il suo doppio, magari il suo sosia [Gli orologi di Praga, Paolo Ganz]

Praga dall’alto (foto: Claudia)

Probabilmente la conoscenza è vicina, addirittura a portata di mano, ma spesso non riusciamo a vederla. O forse, ciò che cerchiamo è semplicemente il viaggio, un viaggio verso luoghi in cui poterci ritrovare, dove incontrare il nostro doppio, colui che non siamo mai stati – o peggio – colui che non abbiamo mai avuto il coraggio di diventare [Gli orologi di Praga, Paolo Ganz]

Titolo: Gli orologi di Praga
L’Autore: Paolo Ganz
Editore: Bottega Errante edizioni
Perché leggerlo: per viaggiare con la fantasia attraverso una città meravigliosa, Praga, in compagnia di chi l’ha celebrata

(© Riproduzione riservata)

Un pensiero su “Viaggiare con i libri: “Gli orologi di Praga” di Paolo Ganz

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.