Giulio Querini | Odissea veneziana

Uno stridulo richiamo del bibliotecario, immobile al tavolo al quale era seduto, mi richiamò alla realtà attuale: “Schiavo, presto sarà buio, tornatene dal tuo padrone”. Mi girai, esitai un attimo e poi subito, senza replicare, uscii dalla biblioteca piuttosto avvilito. Mi resi conto che solo l’intervento del pascià avrebbe potuto invertire l’ostilità del bibliotecario e permettermi di accedere alla “zona proibita” dove cercare i libri sulla peste che mi interessavano [Odissea veneziana, Giulio Querini]

Lorenzo Donin è un giovane medico veneziano che, durante una traversata in mare, viene catturato dai pirati turchi. La galea della Serenissima viene attaccata e il medico veneziano è tra i prigionieri. Nel lungo viaggio verso Costantinopoli, una tempesta si abbatte sulla nave turca ed è l’occasione per Donin di mostrare al pascià quanto valga: Donin, infatti, salva la vita del pascià, il quale, pur continuando a considerarlo uno schiavo, gli offre una sorta di vita agiata a Costantinopoli.

Il veneziano ha la possibilità di frequentare la vasta biblioteca e grazie ad un permesso speciale del suo padrone, il pascià, Donin può accedere alla sezione dei libri proibiti. Lorenzo Donin ha un’ossessione, la peste, e tra i suoi obiettivi professionali c’è quello di scoprire un modo per curare il temibile morbo.

La morte nera ha privato Donin del padre e di molti amici e conoscenti, per questo il giovane veneziano vuole studiare la diffusione e la cura per la gravissima malattia. Donin trova dei volumi interessanti, ma ne manca uno: proprio quello dove Polibo di Kos indica la cura della morte nera.

Inizia un lunghissimo viaggio che porta Lorenzo Donin dapprima in Egitto, in compagnia del pascià, per assistere al Concilio di Alessandria, dove avviene una tragedia: la peste giunge ad Alessandria e colpisce, tra gli altri, il pascià. Donin ottiene così la libertà e inseguendo il terzo, prezioso volume di Polibo di Kos raggiunge l’isola di Stampalia, roccaforte della Serenissima, per poi spostarsi ad Ortigia, in Sicilia, sempre sulle tracce dell’introvabile volume.

Un capitano libanese, dopo una lunga trattativa, accettò di deviare la sua rotta. Approfittò delle mie insistenze e chiese un compenso del tutto esagarato per fare uno scalo imprevisto e farmi sbarcare sull’isola. Sborsai quella somma senza troppo negoziare: ero impaziente di raggiungere Stampalia, la possibile meta finale della mia ricerca [Odissea veneziana, Giulio Querini]

Canal Grande, Venezia (foto: Claudia)

Odissea veneziana” di Giulio Querini (Fazi editore) è un romanzo scorrevole che solca le turbolente acque del Mediterraneo e racconta le avventure di Lorenzo Donin, medico veneziano ossessionato dalla peste, alla ricerca di un prezioso libro.

Il titolo del romanzo sottende una somiglianza tra le peregrinazioni di Donin e quelle dell’eroe omerico Ulisse. Sebbene Ulisse fosse alla ricerca di un modo per tornare a casa, con gli dèi avversi, Donin è alla ricerca di un manoscritto illuminato e nel corso del suo viaggio conosce personaggi interessanti, ascolta storie e si innamora di due donne, la romantica Diotima e l’appassionata Eleonora.

Quello di Donin sarà un viaggio che gli mostrerà cos’è il mondo e che lo porterà ad incrociare personaggi incredibili, nonché a visitare e vedere luoghi completamente diversi dalla natia Venezia. “Odissea veneziana” è un libro da leggere per vivere un’avventura fuori dal comune, un lungo peregrinare da un capo all’altro del Mediterraneo, tra Costantinopoli, Alessandria d’Egitto, Stampalia e Ortigia.

Titolo: Odissea veneziana
L’Autore: Giulio Querini
Editore: Fazi editore
Perché leggerlo: per vivere un’avventura fuori dal comune, per leggere un romanzo che si svolge nel Mar Mediterraneo, tra Costantinopoli, Alessandria d’Egitto, Stampalia e Ortigia

(© Riproduzione riservata)

Annunci

3 pensieri su “Giulio Querini | Odissea veneziana

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.