Libri, viaggi e buoni propositi per il 2018

L’aforisma che mi ha accompagnata per tutto il 2017 è una frase estratta dal libro Trans Europa Express di Paolo Rumiz: “I sogni di chi viaggia sono i più facili da decifrare“. Pur amando questa citazione al punto di averla appuntata un po’ dappertutto, per far sì che mi rispecchi davvero forse dovrei riscriverla più o meno così: “I sogni di chi viaggia e legge sono i più facili da decifrare”.

Leggere e viaggiare sono due mie grandi passioni e spesso si compenetrano, poiché dopo la lettura di un libro inizio a sognare un viaggio oppure dopo un viaggio vado alla ricerca di un libro che me lo ricordi.

Così, prima di pubblicare l’articolo con le letture migliori dell’anno, ho scritto un breve memoir, come una pagina di diario, che parli appunto di libri e viaggi, senza dimenticare i buoni propositi per il 2018.

Le mie letture, i buoni propositi

Il 2017 è stato decisamente generoso: ho letto molti libri e sono quasi sempre riuscita a ritagliarmi tempo per leggere. Facendo un bilancio su numeri e qualità, penso di aver letto troppi libri e alcuni di questi li ho terminati troppo in fretta. Leggere, per me, è un piacere; io non leggo per lavoro, quindi tra i buoni propositi per il 2018 da lettrice compaiono per primi quelli di leggere meno titoli, leggerli più lentamente e cercare di sceglierli con più cura. Preferirei non leggere di tutto e poi ritrovarmi tra le mani un libro orrendo o che non rispecchia i miei gusti e desiderare solo di toglierselo dai piedi il più in fretta possibile.

Rallentare la lettura godersi la storia parola per parola, senza sentirsi in dovere di terminare un libro perché se ne hanno già altri dieci in attesa o si deve per forza scrivere la recensione in tempi brevi.

Dei 71 libri letti quest’anno 70 sono stati recensiti (in realtà, di due mancano ancora le recensioni perché li ho terminati la scorsa settimana). Uno non l’ho recensito, i motivi sono due: è un libro che non mi è piaciuto e che ho terminato saltando le pagine. Non ha nessun senso parlare di un libro senza averlo letto interamente: spesso leggo delle recensioni che mi sembrano dei copia-e-incolla dai comunicati stampa (che ricevo anche io via mail) oppure delle recensioni così vaghe che potrebbero adattarsi ad una rosa di titoli. Può darsi che nel 2018 non recensirò tutti i libri che leggerò: una recensione, se scritta bene, porta via almeno un paio d’ore; per certi libri basterà un post su Facebook.

Forse non scriverò le recensioni di tutti i libri letti nel corso del 2018: preferisco scrivere meno recensioni e cercare di curarle di più.

Il giro del mondo a che punto è? Quest’anno ho raggiunto il traguardo di 100 Paesi visitati attraverso i libri, per cui per completare il giro me ne mancano poco meno di altri cento. Inizia a diventare difficile scovare libri tradotti in italiano e scritti di autori provenienti da Paesi particolari, ma un passo per volta aggiungerò mattoncini al mio progetto.

Leggere le letterature straniere che più straniere non si può è sempre una priorità.

*

I miei viaggi, i miei desideri

Dopo le letture, ecco il bilancio dei viaggi in Italia e in Europa. Questo è stato un anno molto europeo, più europeo che italiano: ho messo piede in 7 stati europei e ho visitato 3 regioni italiane.

Ad aprile ho viaggiato tra Svizzera e Liechtenstein (con due piccole puntate l’una in Austria, l’altra in Germania). A luglio è stata la volta di una veloce corsa in Provenza, sfruttando la relativa vicinanza tra Francia e Piemonte: il rovente altopiano di Valensole mi ha incantata e spero che in futuro ci sarà occasione di tornare di nuovo.

Il vero viaggio del 2017 si è concretizzato ad agosto: ho realizzato il sogno di volare a Lisbona e per una ventosa e soleggiata settimana sono stata in Portogallo, visitando non solo la capitale lusitana ma anche i suoi dintorni. Un vaggio davvero stupendo, tra i migliori mai organizzati.

Settembre è il mio mese preferito e mi ha regalato un altro viaggio bellissimo: il mio compleanno l’ho trascorso in una delle mie regioni d’Italia preferite: l’Umbria. Ho trascorso tre giorni nella cittadina di Gubbio, e ho girovagato tra Assisi e Spoleto, attraverso i luoghi del santo Patrono d’Italia, San Francesco, e del celebre prete investigatore Don Matteo. Ritornando a casa, ho fatto una tappa a Ravenna, incantevole città che custodisce dei mosaici a dir poco unici e dopo tanti anni ho reso omaggio al Sommo Poeta.

A dicembre ho realizzato il mio secondo sogno baltico: sono salita su un aereo diretto a Nord-Est e ho raggiunto Riga, l’elegante e stupenda capitale della Lettonia. Presto arriverà un articolo sulla Riga letteraria, un percorso attraverso i libri e i luoghi, senza dimenticare il buon cibo (ebbene sì, in Lettonia ho mangiato molto bene).

E i desideri per i viaggi del 2018? Vorrei concentrarmi su tre punti cardinali: Sud, Est e Nord.

Italia: nel 2018 vorrei continuare i miei giretti in Valle d’Aosta, la mia regione d’Italia preferita dopo il Piemonte, ma non mi dispiacerebbe ritornare in Liguria o scoprire qualche città lombarda.

Europa: nel 2018 mi piacerebbe soggiornare in una bella isola mediterranea, magari in estate. Desiderei iniziare a scoprire l’Est Europa, un’elegante capitale, forse? Infine, come già sapete, la mia bussola punta sempre a Nord, per cui vorrei che nel mio 2018 ci fosse posto per almeno un viaggio in Nord Europa.

I viaggi è vero che prosciugano le finanze, ma quando torno è innegabile: mi sento sempre più ricca di quando sono partita.

*

E ora, un po’ di ringraziamenti. Grazie per avermi letta, grazie per il vostro supporto, grazie per i vostri commenti e la vostra fiducia. Che sia un 2018 positivo per tutti, che possa vederci realizzati tanti sogni e che ci conservi sempre la curiosità di scoprire nuovi luoghi, nuove culture e nuove esperienze!

Annunci

10 pensieri su “Libri, viaggi e buoni propositi per il 2018

  1. Ti auguro tutto il meglio per il nuovo anno: che libri e viaggi non manchino mai e che tu te li possa godere pienamente! Del resto ti ammiro molto (e con un pizzico di invidia, quella sana) sia come lettrice che come viaggiatrice, perché, che ti avventuri fra le pagine o che oltrepassi meridiani e paralleli, sei sempre positiva, preziosa e ricca di spunti e racconti per noi che aspettiamo i tuoi resoconti! Buon 2018, Claudia! 😉

    Liked by 1 persona

    • Cara Cristina, lo stesso augurio per te: che i libri e le belle storie non manchino mai!
      Grazie mille, cerco sempre di essere positiva, anche quando c’è qualche difficoltà 🙂
      Aspetto con curiosità il tuo articolo con le migliori letture del 2017!

      Liked by 1 persona

  2. Cara Claudia, attendere i tuoi articoli è un’attesa piacevole quanto quella di pregustarsi un buon libro. Condivido il tuo proposito di leggere meno, più lentamente, non finire o recensire per forza un libro che non ti va. Si sa che la lettura oltre a dare il cibo all’intelletto nutre anche il cuore e l’anima: “mangiando” senza variare, di fretta, cucinare fon ingredienti di scarsa qualità infine può portare alla cattiva digestione e all’insorgere delle intolleranze!
    Perciò per il 2018 ti auguro un’ottima “consumazione e digestione” e tanto entusiasmo e voglia di “cibi” nuovi da scoprire e degustare. Un’idea per il tuo viaggio verso Est: perché non Bratislava, la giovane capitale della Slovacchia?
    Un caro saluto, Michaela

    Liked by 1 persona

    • Ciao Michela! Grazie per il commento! Sì, anche nelle letture come nel cibo è bello variare 🙂
      Ho visto su internet delle foto davvero belle di Bratislava, ha l’aria di essere una città interessante e molto elegante, come Praga o Vienna! Non mi dispiacerebbe magari per le prossime festività natalizie: illuminata di luce deve essere bellissima!
      Un abbraccio, Claudia

      Mi piace

  3. Pingback: Boomstick Award 2017 – La siepe di more

  4. Che bel post. E che bel giro del mondo attraverso i libri! Anche io leggo moltissimo ma leggendo il tuo post, istantaneamente ho pensato a E venne chiamata due cuori di Marlo Morgan, ambientato in Australia e che ho letto mentre vivevo li.
    Mi ha fatto piacere leggerti. Tornerò di sicuro.

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...