La mia bussola punta a Nord: consigli per un viaggio a Tallinn

Hello! You’re welcome!” è l’esclamazione che più spesso vi diranno gli estoni e lo faranno in ogni occasione: quando acquisterete dei souvenir, quando farete spesa al supermercato, quando ordinerete al ristorante e quando chiederete informazioni negli uffici del turismo o sui mezzi pubblici.

Tra i bellissimi viaggi di quest’anno, c’è il soggiorno a Tallinn (e l’escursione a Helsinki!) e in questo articolo voglio raccontarvi quanto sia bello quest’angolino dell’Estonia e quando sia facile organizzare un viaggio economico nella più settentrionale delle Repubbliche Baltiche. Siete pronti per segnarvi i miei consigli e partire con me?

consigli-di-viaggio-tallinn

Perché ho scelto Tallinn?

Quando dicevo che in inverno avrei visitato Tallinn, gli amici e i conoscenti rimanevano un po’ perplessi. Credo fosse per il freddo, ma anche perché non sapevano bene dove collocare Tallinn nella cartina geografica dell’Europa (“Ah, ma vai in Russia, quindi?”). Quindi, perché organizzare un viaggio a Tallinn? Io ho da sempre la passione per la geografia e ricordo che da bambina avevo sentito parlare delle Repubbliche Baltiche, tre Stati diventati indipendenti dall’ex-Unione Sovietica. Sono trascorsi poi molti anni, finché non ho letto uno dei libri più illuminanti mai letti in vita mia: Anime baltiche di Jan Brokken (trad. C. Cozzo e C. Di Palermo, Iperborea editore). I personaggi e le storie raccontate in questo libro hanno fatto sì che io iniziassi a sognare di visitare questi luoghi e dopo due anni di attesa, finalmente, ho potuto andare a Tallinn e realizzare il mio sogno.

dsc_1015-copia

Tallinn dal belvedere di Toompea (foto: Claudia)

Perché organizzare un viaggio a Tallinn?

  • Perché è una capitale molto piccola, il centro storico è patrimonio mondiale dell’UNESCO, è quasi interamente senza veicoli e si può girare a piedi.
  • Perché è una meta sicura. I recenti atti terroristici che hanno colpito Parigi, Bruxelles, Monaco di Baviera e Berlino certo mi spaventano molto; l’Estonia da questo punto di vista può definirsi molto sicura.
  • Perché è a soli 85 km a sud di Helsinki e con l’occasione di un viaggio in Estonia potrete fare… un salto in Finlandia (nel mio caso, con 22 € andata/ritorno di traghetto ho potuto viaggiare da Tallinn a Helsinki in giornata).
  • Perché gli estoni sono gentili, professionali e precisi, e in generale perché l’Estonia è un paese molto pulito e ben organizzato.
  • Perché a Tallinn potrete sentirvi nel Medioevo, o nella Russia ottocentesca, o ancora in epoca sovietica. Il tutto entro pochissimi chilometri.

Come vestirsi in inverno per affrontare un viaggio a Tallinn?

Premetto che il freddo che ho percepito a Tallinn e Helsinki è molto diverso dal freddo che attanaglia ogni inverno la porzione di Pianura padana dove vivo; se da noi italiani del nord il freddo è umido tanto da penetrare nelle ossa, su oltre il 59° parallelo è secco e molto più soppportabile. Credo di essere stata molto fortunata: le massime sono arrivate a +2° C e le minime non sono andate sotto i -4° C.

Cosa indossare per proteggersi adeguatamente dal freddo baltico? Maglietta termica maniche lunghe, un pile leggero, un pile giacchetta con cappuccio e un giaccone a vento; poi, calzemaglia in caldo cotone, calzini spessi, pantaloni di velluto, scarponcini impermeabili; infine non dimenticate guanti e sciarpa. Dovrei aver elencato tutti gli abiti che indossavo: vi garantisco che non ho avuto freddo!

dsc_0881-copia

Ore 9.48: l’alba sul Mar Baltico vista dalla spiaggia di Pirita (foto: Claudia)

Se è vero che quasi tutti gli estoni parlano bene l’inglese, per evitare di correre in farmacia e rischiare di non farvi capire, portate lo stesso con voi un piccolo kit di medicinali: io ho portato con me dell’aspirina, un blister di moment act e una confezione di Benagol.

Informazioni legate al viaggio: come arrivare, dove soggiornare, come muoversi a Tallinn

Il vettore aereo che ho utilizzato per il viaggio a Tallinn è easyJet, volo diretto da Milano Malpensa. A causa del maltempo e di una perturbazione stazionante sul Centro Europa, l’aereo ha avuto un po’ di ritardo sia all’andata che al ritorno, ma per 98 € A/R di biglietto posso anche soprassedere!

Dall’aeroporto di Tallinn (terzo migliore aeroporto in Europa dopo Monaco di Baviera e Helsinki Vaanta) al centro città si può prendere il bus n°2, che in poco meno di 20 minuti arriva nei pressi del centro commerciale Viru; da qui, a pochi metri c’è il Viru Gate, l’ingresso alla città vecchia. In città ci si può muovere a piedi, mentre per raggiungere le attrazioni più lontane (come il palazzo Kadriorg o Pirita) si possono prende i numerosi tram o bus.

Per il soggiorno c’è davver l’imbarazzo della scelta: sono molte le soluzioni per tutte le tasche. Io ho soggiornato all’Hotell Bern, un grazioso albergo a tre stelle, a 10 minuti dal centro città e 15 minuti dal porto (Terminal D). Voto più che positivo per l’Hotell Bern, dove il personale giovane, la pulizia, la colazione abbondante e variegata e la vicinanza con un fornito supermercato e diversi locali hanno fatto sì che il soggiorno fosse davvero perfetto.

dsc_0845-copia

Il mercatino di Natale nella piazza del Municipio a Tallinn (foto: Claudia)

Cosa mangiare a Tallinn

Quella estone è una cucina che mescola la tradizione russa con quella Scandinava: il risultato sono piatti elaborati molto pesanti, ricchi di panna, burro, salse varie. Io che sono abituata a mangiare in modo leggero, ho fatto un po’ di fatica a trovare qualcosa che mi piacesse, ma se siete curiosi o di buona forchetta troverete certamente qualcosa che fa per voi. Posso consigliarvi sicuramente di assaggiare il salmone, ottimo in ogni modo, e se siete veramente coraggiosi potrete assaggiare carne di alce, orso e addirittura castoro. Non dimenticate, soprattutto se viaggiate in inverno, si assaggiare il glögg una bevanda calda originaria della Svezia ma molto popolare a Tallinn; il glögg è servito in tre declinazioni: analcolico, al 20% e al 40% di alcool, il prezzo cambia in funzione della gradazione alcolica.

20161215_192626

In questa insalata c’è più maionese che verdura! (foto: Claudia)

Guida turistica usata per il viaggio

Tallinn – AA. VV., Morellini editore, 160 pagine, 12.90 €

Per ora mi fermo qui, ma ho ancora moltissime cose da raccontarvi: quello tra Estonia e Finlandia è un viaggio che sognavo davvero da tempo e averlo realizzato mi ha riempito il cuore di gioia. Un viaggio è sempre una scoperta e mai come in questo caso ho imparato tante cose del mondo che mi circonda e di me stessa.

Annunci

20 pensieri su “La mia bussola punta a Nord: consigli per un viaggio a Tallinn

  1. Che belli i tuoi diari di viaggio! Poi visitare il nord Europa è sempre stato il mio sogno, e leggendo l’articolo e vedendo le foto mi è venuta voglia di partire subito! 🙂
    Non vedo l’ora di leggere il resto!

    Liked by 1 persona

  2. Bellissima Tallinn! Devo dire che sei stata fortunata con le temperature, quando ci sono stata io per la seconda volta (gennaio 2013) il termometro è sceso fino a -25/-28° durante la sera, un freddo così penso di non averlo mai patito 😀

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...