Consigli di lettura | Speciale Halloween

Buongiorno lettrici e lettori! Oggi rispolvero la rubrica dei consigli di lettura per proporvi alcuni romanzi adatti al periodo di Halloween. Quest’anno trascorrerò la notte di Halloween in mezzo ai boschi ad ascoltare un’attrice che racconterà le storie delle masche (le streghe piemontesi), un evento organizzato da un ente locale per lo sviluppo turistico. Quindi, essendo parecchio ispirata, eccovi i miei otto spaventosi consigli di lettura!

consigli-di-lettura-halloween

Misery di Stephen King (Sperling & Kupfer, 9.90 €)

Trama: Paul Sheldon, un celebre scrittore, viene sequestrato in una casa isolata del Colorado da una sua fanatica ammiratrice. Affetta da gravi turbe psichiche, la donna non gli perdona di aver “eliminato” Misery, il suo personaggio preferito, e gli impone tra terribili sevizie di “resuscitarla” in un nuovo romanzo. Paul non ha scelta, pur rendendosi conto che in certi casi la salvezza puo’ essere peggio della morte.

Il mio consiglio: questo è stato un libro che mi ha letteralmente tolto il sonno. Ero giovane all’epoca in cui lo lessi, ma sono sicura che se lo rileggessi oggi mi farebbe lo stesso, spaventoso effetto.

Dracula di Bram Stocker (Mondadori, 10 €)

Trama: Scritto da Bram Stoker nel 1897, fin dal suo primo apparire Dracula ha fornito l’archetipo alle numerose storie di vampiri che si sono succedute nella letteratura e nel cinema. Ispirato alle figure storiche del principe romeno Vlad II detto Dracul (il diavolo) e di suo figlio Vlad III, l’Impalatore, Dracula-Nosferatu (colui che non muore, il morto vivente) è un personaggio più che mai inquietante. Nel tratteggiarlo Bram Stoker ha dato fondo a tutte le risorse della sua fantasia e a tutti gli espedienti di un calibratissimo mestiere.

Il mio consiglio: è un grande classico della letteratura horror e per questo non può mancare nella lista. Inquietante e bellissimo romanzo, porta a galla le nostre più profonde paure: quella della morte, anzitutto, e dell’eterna lotta tra il Bene e il Male.

Natura morta di Douglas Preston & Lincoln Child (BUR, 9 €)

Trama: Medicine Creek, Kansas. Il cadavere brutalizzato di una donna viene ritrovato in un campo di mais. Intorno alla vittima ci sono i corpi anch’essi straziati di 24 corvi, disposti a cerchio. L’omicidio attira l’attenzione dell’agente speciale dell’FBI Pendergast, che scopre ben presto che le vittime, umane e animali, sono state fatte a pezzi a morsi, a mani nude, e addirittura bollite. Il detective si fa accompagnare nelle sue indagini da Corrie, una ragazzina “difficile” ma brillante – proprio come lui – che gli illustra piccoli e grandi segreti della depressa cittadina di provincia.

Il mio consiglio: questo libro l’ho letto quattro volte e quando sono stata in visita alle grotte di Borgio Verezzi (SV) ho avuto una sensazione sgradevole, come quella di essere seguita – a distanza – da un brutto mostriciattolo balbettante. Per non parlarvi dell’ansia che ho quando i campi di mais frusciano al vento e ci passo accanto da sola!

Il sangue dell’altra di Tess Gerritsen (TEA, 6.90 €)

Trama: Maura Isles, medico legale di Boston e collega del detective Jane Rizzoli, lavora a contatto con la morte e vede cadaveri tutti i giorni. Ma quando sul tavolo autoptico le arriva il cadavere di una donna trovata morta poche ore prima proprio davanti a casa sua, per la prima volta sente gelarsi il sangue nelle vene: la donna uccisa con un colpo di pistola è la copia perfetta di lei, fin nei minimi dettagli, stesso gruppo sanguigno e stessa data di nascita. È così che un’indagine già difficile su un caso di omicidio si trasforma in un viaggio drammatico e rischioso in un passato pieno di oscuri segreti.

Il mio consiglio: anche questo romanzo mi era piaciuto così tanto da ritrovarmi a rileggerlo una seconda volta. E’ una vera e propria discesa negli inferi, una ricerca di sé e delle proprie radici, anche se a pensarci bene certe cose sarebbe stato meglio per Maura Isles non scoprirle mai.

#dracula

A post shared by Sitar Daniel (@sitardaniel) on

Il collezionista di ossa di Jeffery Deaver (BUR, 4.90 €)

Trama: Rhyme, criminologo forense divenuto tetraplegico in seguito a un incidente legato a un’indagine, viene incaricato di scovare il serial killer che rapisce persone appena arrivata a New York e poi le uccide asportandone dei pezzi. Il killer lascia indizi criptici che, se decifrati in tempo, possono portare alla vittima successiva. Affiancato da Amelia, la poliziotta che sostituisce le sue braccia e le sue gambe inerti, Rhyme lavora per deduzioni logiche e capisce che l’assassino è convinto di essere “il Collezionista di ossa”, uno psicopatico degli inizi del secolo. Nella caccia all’uomo in lotta contro il tempo per salvare le vittime designate, Rhyme capisce che il killer in realtà vuole colpire proprio lui.

Il mio consiglio: per me questo fu il primo romanzo di Deaver che lessi, con protagonista Lincoln Rhyme. All’epoca non ero riuscita a leggerlo con calma, ma ero stata letteralmente travolta da questa inquietante avventura. Il migliore di Jeffery Deaver.

Reliquiary di Douglas Preston & Lincoln Child (BUR, 8.90 €)

Trama: New York. Dopo il ritrovamento di alcuni scheletri nel fiume della città, sospettando un collegamento con le morti avvenute nel Museo di Storia Naturale, le autorità locali decidono di chiedere nuovamente l’aiuto dell’agente speciale Pendergast. Affiancato dal tenente D’Agosta, Pendergast porta rapidamente alla luce un collegamento tra i morti del fiume e la popolazione di disadattati sociali che abita i sotterranei della città. Aiutati dall’agente Laura Hayward, grande esperta della vita underground di New York, Pendergast e D’Agosta spostano le indagini nel sottosuolo venendo a conoscenza dell’esistenza dei raggrinziti, un gruppo di esseri temuti persino dalla stessa popolazione sotterranea e che sembrano essere in qualche modo responsabili di questi efferati omicidi.

Il mio consiglio: come per “Natura morta”, questo libro l’ho riletto quattro o cinque volte, per lo stile brillante e perché all’epoca dei miei sedici – diciotto anni ero innamorata dell’agente speciale dell’FBI Pendergast. (Per chi se lo stesse chiedendo, no, non volevo fare la serial killer da grande).

Carrie di Stephen King (Bompiani, 11.90 €)

Trama: Carrie è un’adolescente presa di mira dai compagni, ma ha un dono. Può muovere gli oggetti con il potere della mente. Le porte si chiudono. Le candele si spengono. Un potere che è anche una condanna. E quando, inaspettato, arriva un atto di gentilezza da una delle sue compagne di classe, un’occasione di normalità in una vita molto diversa da quella dei suoi coetanei, Carrie spera finalmente in un cambiamento. Ma ecco che il sogno si trasforma in un incubo, quello che sembrava un dono diventa un’arma di sangue e distruzione che nessuno potrà mai dimenticare.

Il mio consiglio: “Carrie” mi ha fatto paura perché è una storia che, poteri telecinetici a parte, può essere molto vicina alla realtà: chi non è mai stato vessato da uno o più compagni a scuola? Carrie usa così i suoi poteri per eliminare le persone che le hanno fatto del male. Li sognavo anche un po’ io, dei poteri così.

Frankenstein di Mary Shelley (Mondadori, 9 €)

Trama: L’angosciante storia di uno studente che conduce macabri esperimenti nel tentativo di restituire la vita ai cadaveri. Una favola terribile capace di imporsi con la forza delle immagini e la sua autonomia di mito universale. L’opera più celebre della Shelley (1797-1851).

Il mio consiglio: ho letto “Frankenstein” dopo aver visto film, cartoni animati, special di Halloween dei Simpson, letto fumetti e una versione per ragazzi scritta in francese. Mary Shelley ha giocato sulla paura della morte e sul desiderio di “rinascere” nuovamente, del piacere di poter creare e trasmettere la scintilla della vita in un essere composto di parti umane già morte. E lo ha fatto scrivendo un romanzo passionale e imperdibile.

*

I consigli di lettura di Halloween vi sono piaciuti? Conoscete o avete letto uno o più libri che ho citato? Avete altri consigli di lettura per me? Leggerò con piacere i vostri commenti sul blog e sulla pagina facebook Il giro del mondo attraverso i libri.

Buon Halloween a tutti!

(© Riproduzione vietata)

Annunci

10 pensieri su “Consigli di lettura | Speciale Halloween

  1. Ma che bello imbattersi ogni tanto in qualcuno che i libri non solo li legge, ma poi non li lascia lì sullo scaffale a prendere polvere. Per me un lettore che non rilegge i libri (almeno quelli più amati) non sa cosa si perde.
    Allora allora allora: “Dracula” ho già in mente da un pezzo di leggerlo, e per ora se ne sta lì a fissarmi dalla libreria (oddio, che cosa inquietante!). “Il collezionista di ossa” invece non sapevo fosse tratto da un romanzo e considerato che il film mi ha positivamente colpito, credo proprio che non me lo farò scappare.
    Consiglio mio: “Lo strano caso del dottor Jackyll e Mr Hyde”. Se non l’hai letto, devi assolutamente rimediare, sono sicura che non ti deluderà.

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...