Book Bloggers Blabbering || Intervista a Carla di Una banda di cefali

Buongiorno lettrici e lettori, con questa prima intervista ospitata sul mio blog inizia una nuova grande avventura!

bannerbbb

Da un’idea di Clacca è nato ufficialmente il BBB (Book Blogs Blabbering). Cos’è? 11 blogger si raccontano. Ogni settimana una di loro verrà intervistata da un’altra blogger e ospitata sulla sua pagina Facebook. Vi terremo compagnia 11 settimane per scoprire qualcosa di più sui bookblog e sopratutto sulle loro creatrici!

Qualche dettaglio in più: le interviste si comporranno di cinque domande, uguali per tutte le blogger, più alcune domande a sorpresa ideate da chi conduce l’intervista. Il calendario completo con tutte le date e i link ai blog ospiti e ospitanti lo troverete alla fine di questo articolo.

Oggi l’intervistata è Carla, creatrice del blog Una banda di cefali, un sito nato già cinque anni fa – un po’ per caso – che unisce letture, serie TV, fumetti, cinema ed eventi culturali. Scopriamo cosa succede quando la cultura si dà all’ittica! Buona lettura!

Claudia: Com’è iniziata la tua avventura da lettrice?

Carla: Non saprei, penso che sono nata proprio così (risata). Già dalle elementari ero una lettrice ossessivo compulsiva. Tanto che tipo in quinta elementare avevo già letto roba assurda tipo Le mie prigioni di Silvio Pellico che avevo pescato così random nella libreria di mio padre (è una storia vera, ci sono testimoni). Al liceo, poi, volevo leggere tutti i libri degli autori che studiavo, però era un po’ complicato da realizzare e durante le vacanze estive ero sempre l’unica ad aver letto anche i libri facoltativi.

Claudia: Com’è nata l’idea di aprire un blog e condividere le tue letture con un pubblico?

Carla: L’idea è nata un po’ per caso assieme ad alcuni amici e non si trattava ancora di condividere le mie letture. Era il 2011, e io all’epoca vivevo in Germania e lavoravo in un piccolo cinema d’essai. Guardavo sempre film un po’ “sfigati” che non conosceva nessuno, ero alla ricerca disperata di qualcuno con cui parlarne ma avevo timore di aprire uno spazio mio personale. Così, durante varie chattate a distanza notturne su Facebook, decidemmo di aprire questa piattaforma comune dove parlare di libri, film e musica. Il nostro era un sito molto “casereccio” e un po’ bruttino, con le immagini sgranate, ogni tanto si bloccava e andava pure in crash. Noi però ci divertivamo, anche se erano ancora in pochi a leggerci. Una cosa tra amici, insomma, che con il tempo si è evoluta.  Alcuni tra i primi cefali infatti sono andati via, ma sono arrivati nuovi collaboratori e abbiamo iniziato a parlare anche di serie TV e fumetti. Io, ad esempio all’inizio non scrivevo mai di libri, ma soltanto di film. Poi è arrivata la prima recensione di un libro, e da allora non mi sono più fermata. Anche con i fumetti ho iniziato tardi, ma non ho la più pallida idea del perché.

Claudia: Qual è il tuo libro del cuore e perché ce lo consiglieresti?

Carla: È una domanda che mi manda sempre in crisi, come quando mi chiedono qual è il tuo film preferito, il tuo gruppo preferito o a cosa stai pensando. Ho tanti libri nel cuore. In questo momento mi viene però da consigliare Una banda di idioti di John Kennedy Toole (Marcos y Marcos). Non solo è un libro folle, intelligente, ironico e appassionante, ma anche la storia del suo autore è molto particolare. Lo scrittore, infatti, si è suicidato a 32 anni con questo capolavoro nel cassetto senza che nessuno ne fosse a conoscenza. Poi grazie a sua madre, dopo vari anni di martellamenti e appostamenti agli editori, è stato pubblicato postumo e ha vinto addirittura un Pulitzer. Premio meritatissimo perché proprio come si legge nella quarta di copertina: “Immaginatevi un capolavoro e poi leggetelo. Questo libro è un capolavoro.”

Claudia: Dietro le quinte: come si svolge la giornata tipo di una bookblogger?

Carla: Non so dare una risposta precisa, dipende dalle giornate e dai miei impegni di lavoro. In generale, comunque, anche quando non ho nessun articolo mio da scrivere, dedico sempre almeno una o due ore al giorno al blog, per caricare e correggere le bozze degli altri cefali, rispondere alle mail, gestire i social. Qualche volta poi, quando ho un po’ di letture arretrate, mi capita di perdere tantissimo tempo per decidere quale libro leggere per primo. Potrà sembrare stupido, ma a volte si tratta di veri e propri dubbi amletici.

Claudia: Un vantaggio e uno svantaggio di essere una bookblogger

Carla: I vantaggi sono tantissimi, altrimenti avrei smesso da un po’. Poi da quando esistono i cefali ho conosciuto tante bellissime persone, che siano collaboratori, autori, editori, uffici stampa, lettori, blogger. Io poi ho un debole per la piccola e media editoria, e da quando scrivo di libri ho scoperto così tante piccole realtà editoriali che non so se avrei scoperto da “semplice lettrice”. Credo sia questo il più grande vantaggio. Lo svantaggio più grande, invece, è quando non arriva l’ispirazione per scrivere la recensione, quelli sì che sono veri drammi (anche quando le case editrici mi scrivono Gentile Signora De Felice nelle mail o newsletter non è da sottovalutare… odio essere chiamata signora).

Claudia: Consigliaci un libro che hai portato con te durante un viaggio

Carla: L’autore che io porto sempre in viaggio è Joe L. Landsdale, in particolare tutto il ciclo di Hap & Leonard. Ho proprio un debole per questo scrittore, e i due protagonisti sono i miei combina guai preferiti. Li ho letti tutti più volte, eppure non mi stanco mai.

Claudia: Libri e trasposizioni cinematografiche: un film che hai amato e uno che hai odiato

Carla: Ah che domandone: l’eterno dilemma del lettore appassionato di film. Non voglio darti le solite risposte tipo Kubrick, Blade Runner, Fight club etc., e allora ti dico il primo che mi è venuto in mente pensando alla lettura: Fahrenheit 451 di François Truffaut (tratto dal romanzo di fantascienza di Ray Bradbury). Lo porto nel cuore dall’adolescenza. Di film odiati, invece, potrei farti una lista infinita. Per dovere di sintesi ti dico uno di quelli che ho odiato di più: Jack Frusciante è uscito dal gruppo. Amo il libro ma il film mi dà veramente fastidio (vogliatemi bene lo stesso, però, vi prego).

Claudia: Come immagini “Una banda di cefali” tra un anno?

Carla: Sempre giovani, carini e diversamente occupati.

 

Ringraziando Carla per la sua disponibilità nel rispondere alle domande,
vi presento il calendario con le date delle prossime interviste!

Venerdì 7 ottobre – Claudia de Il giro del mondo attraverso i libri intervista Carla di Una banda di cefali
Venerdì 14 ottobre – Carla di Una banda di cefali intervista Claudia di a clacca piace leggere
Venerdì 21 ottobre – Claudia di a clacca piace leggere intervista Irene di Librangolo Acuto
Giovedì 27 ottobre Simona di Letture sconclusionate intervista Daniela di Appunti di una lettrice
Venerdì 4 novembre Manuela di Impressions chosen from another time intervista Erica di La leggivendola
Venerdì 11 novembre Daniela di Appunti di una lettrice intervista Diletta di Paper Moon
Venerdì 18 novembre – Erica di La leggivendola intervista Camilla di Bibliomania
Venerdì 25 novembre – Fabrizia di Il mondo urla dietro la porta intervista Claudia de Il giro del mondo attraverso i libri
Venerdì 2 dicembre – Irene di Librangolo Acuto intervista Manuela di Impressions chosen from another time
Venerdì 9 dicembre – Diletta di Paper Moon intervista Fabrizia di Il mondo urla dietro la porta
Venerdì 16 dicembre – Camilla di Bibliomania intervista Simona di Letture sconclusionate

Qui il link all’evento su Facebook!

Alla prossima intervista!

Annunci

6 pensieri su “Book Bloggers Blabbering || Intervista a Carla di Una banda di cefali

  1. Pingback: Book Bloggers Blabbering || Intervista a Claudia di a clacca piace leggere - una banda di cefali

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...