Una valigia di libri | Viaggio in Europa (Russia compresa!)

Il secondo appuntamento de Una valigia di libri creato da La lettrice rampante e me, grazie all’ospitalità della libraia Stefania della Libreria Sulla Parola a Caluso (TO), questa volta ha toccato il Vecchio Continente e ci ha permesso di viaggiare attraverso l’Europa con una serie di consigli letterari molto eterogenei: abbiamo toccato parecchi Paesi europei, dal Grande Nord fino all’Albania e dal Portogallo fin verso la Russia.

evento

Eccovi i titoli consigliati dei partecipanti dell’evento:

ISLANDA:

Luce d’estate ed è subito notte” di Jón Kalman Stefánsson (Iperborea)

“Rosa candida” di Auður Ava Ólafsdóttir (Einaudi)

“La donna è un’isola” di Auður Ava Ólafsdóttir (Einaudi)

“L’eccezione” di Auður Ava Ólafsdóttir (Einaudi)

SVEZIA:

“Uomini che odiano le donne” di Stieg Larsson (Marsilio)

FINLANDIA:

Scompartimento n.6” di Rosa Liksom (Iperborea)

“Kalevala – Poema epico finlandese” AA. VV. (editori vari e scaricabile dal sito http://www.bifrost.it)

ESTONIA:

“Il pazzo dello zar” di Jaan Kross (Iperborea)

RUSSIA:

“Lolita” di Vladimir Nobakov (Adelphi)

DSC_1354_blog

Parlando di libri e di viaggi nella Libreria Sulla Parola di Caluso (foto: Claudia)

INGHILTERRA:

“La casa del sonno” di Jonathan Coe (Feltrinelli)

Un giorno” di David Nicholls (Neri Pozza)

La sovrana lettrice” di Alan Bennet (Adelphi)

“Nel cuore della foresta”- “Un anno a Walnut Tree” – “Diario d’acqua” di Roger Deakin (ETD)

FRANCIA:

“Signor Malaussène” di Daniel Pennac (Feltrinelli)

“La nemica” di Irene Nemirovsky (Adelphi)

SPAGNA:

“Capodanno da mia madre” di Alejandro Palomas (Neri Pozza)

“Rimas y leyendas” di Gustavo Adolfo Becquer

DSC_1368_blog

I consigli letterari della libraia Stefania, viaggio in Inghilterra e in Russia (foto: Claudia)

PORTOGALLO:

“Cecità” di José Saramago

ALBANIA:

Breve diario di frontiera” di Gazmend Kapllani (Del Vecchio editore)

ITALIA:

“Quando ci batteva forte il cuore” di Stefano Zecchi

“Siberiana” di Luciana Castellina (Nottetempo)

DSC_1359_blog

Piccoli particolari della libreria Sulla Parola (foto: Claudia)

Una valigia di libri prosegue e l’appuntamento è per il 19 marzo, dove intraprenderemo un viaggio attraverso la letteratura sudamericana. Portateci i vostri consigli, commentando sul blog oppure sulle nostre pagine Facebook: Il giro del mondo attraverso i libri, La lettrice rampate, Libreria Sulla Parola.

Alla prossima avventura!

Annunci

5 pensieri su “Una valigia di libri | Viaggio in Europa (Russia compresa!)

  1. Come avete fatto a ridurre la rosa a così poche scelte, rimane un mistero e un motivo di ammirazione per me! Non ci sarei mai riuscita 🙂 Condivido assolutamente in pieno la stragrande maggioranza delle scelte (soprattutto quelle riguardanti l’Inghilterra, azzeccatissime). Forse solo per la Russia avrei scelto un autore più rappresentativo della mentalità e dei costumi dell’intera nazione, come un Dostoevskij, ma sono punti di vista personali!

    Liked by 1 persona

    • Ciao, sono io che ho nominato Nabokov! So che in effetti non è l’autore più rappresentativo della mentalità russa ma se dovessi “classificarlo” non me la sentirei di inserirlo tra i romanzieri americani (ci ho riflettuto molto su questa cosa). E ho scelto Lolita perchè per me è stato davvero scioccante leggere quel libro! Non solo per l’argomento, ma anche per la vastità dei temi che tratta e per le tante sfaccettature che ha la relazione dei due protagonisti.

      Per quanto riguarda i titoli, non sono tantissimi perchè siamo partiti dai gusti personali. Non volevamo fare una panoramica generale della letteratura europea, ma al contrario volevamo che le persone consigliassero un titolo che loro considerano importante. Quale che fosse il motivo non ha importanza, possono essere anche ragioni personali o affettive. Per esempio, il consiglio del Kalevala nasce proprio dalla passione di uno dei partecipanti per l’Europa del Nord, ancora prima che per la sua importanza letteraria.

      Perciò mancano dei pilastri fondamentali, anche se può sembrare strano, ma giuro che non ce li siamo dimenticati! 🙂 anzi, è stata davvero una fatica dover scegliere solo uno o due autori a testa…

      Liked by 1 persona

      • Grazie per l’intervento, Stefania. La letteratura europea è davvero infinita come infiniti sono gli stili degli autori e la loro rappresentanza per uno Stato o un altro.

        @Penny Lane: come ha già detto Stefania la Libraia, non abbiamo volutamente dimenticato i grandi classici, i nostri incontri servono anche e soprattutto a scoprire nuovi autori e nuovi libri, magari anche un po’ originali ed editi da editori indipendenti 🙂

        Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...