Creta | Diario di viaggio #2

Buongiorno lettrici e lettori, ecco la seconda puntata del viaggio a Creta che ho fatto quest’estate! Per chi si fosse perso il primo articolo, potrà leggerlo cliccando qui.

Se il primo giorno a Creta era di per sé stato emozionante pur nella sua semplicità, il secondo giorno è stato davvero entusiasmante poiché siamo riusciti ad unire le bellezze del paesaggio con una visita ad un sito archeologico. E allora, cosa aspettiamo, partiamo da Villa Anastasia al mattino presto e dirigiamoci verso una località balneare dall’esotico nome Falasarna!

DSC_0016

La discesa verso la spiaggia di Falasarna (foto: Claudia)

Verso Falasarna: il percorso in pillole

Dal nostro appartamento a Villa Anastasia alla spettacolare spiaggia di Falasarna ci sono circa 50 chilometri, che si sviluppano quasi interamente lungo la New Road, l’unica autostrada (gratuita!) che esiste sull’isola di Creta e che la attraversa da Est verso Ovest. Partendo presto non troviamo traffico e in meno di un’ora arriviamo alla nostra meta. Tutti i parcheggi retrostanti la spiaggia di Falasarna sono gratuiti, per cui c’è solo l’imbarazzo se scegliere un posto all’ombra o al sole!

falasssss

Il percoso per arrivare a Falasarna (fonte: Google Maps)

L’Antica città minoica di Phalasarna, un salto nel passato

Come sa bene chi mi segue, io amo l’archeologia e quando ho scoperto che accanto alla spiaggia di Falasarna c’era la possibilità di visitare un sito archeologico, mi sono subito informata su prezzi e orari di apertura.

Per evitare il caldo – anche se era la seconda settimana di settembre il sole picchiava forte! – decidiamo di visitare prima il sito archeologico dell’Antica Falasarna e poi andare in spiaggia.

Per raggiungere il sito dell’Antica Falasarna, una volta giunti nei primi parcheggi della spiaggia si prosegue sino al termine della strada asfaltata (dove c’è l’Hotel Falasarna Beach) e si percorrono circa 4 chilometri su strada strerrata attorniati da splendidi campi di ulivi. Al sito c’è un piccolo parcheggio e gli orari di apertura sono dalle 9 alle 15, l’ingresso è gratuito. Il percorso è libero, si può passeggiare tra le rovine e di tanto in tanto vi sono pannelli esplicativi in inglese e greco.

DSC_0031

Il Trono, un dettaglio del sito archeologico dell’Antica Phalasarna (foto: Claudia)

L’Antica città di Phalasarna era già abitata nell’epoca Minoica e continuò ad esserlo anche in quelle arcaica e classica. Phalasarna raggiunse l’apice del suo splendore attorno al IV secolo a. C. e mantenne questo stato fino al 67 a. C. quando venne distrutta dai Romani (forse perché Phalasarna era diventata una roccaforte dei pirati).

Oggi, passeggiando tra le rovine di quella che fu una delle splendide città minoiche collegate direttamente con Alessandria d’Egitto, si possono osservare i canali che conducevano le navi all’interno del porto fortificato; la cosa sorprendente è che il porto dove attraccavano le navi oggi si trova un paio di metri al sopra della spiaggia, com’è possibile? Nel 500 d.C. circa, la parte occidentale di Creta si innalzò, e il porto di Phalasarna si ritrovò a circa 9 m sul livello del mare!

DSC_0040

Il porto dell’Antica Phalasarna oggi si trova a 9 m sul livello del mare, il motivo è l’innalzamento verso l’altro di questa porzione dell’isola di Creta (foto: Claudia)

L’Antica Phalasarna fu una delle più potenti città marinare dell’isola di Creta, durante il periodo ellenico. Cittadella fortificata, ancora oggi possiamo immaginare le rovine dei templi dedicati alla dea Artemide. Il porto militare di Phalasarna era fortificato dalle mura cittadine e da due torri, collegate da pontili. Gli scavo tutt’ora in corso stanno portando alla luce i tratti di pontili con i pali per l’ormeggio di grandi navi o piccole imbarcazioni.

Grazie al lavoro degli archeologi, è stata scoperta la pavimentazione che dal porto conduceva all’acropoli, i bagni pubblici del IV-III secolo a.C. e le cisterne per l’acqua. I calcari rossi usati per costruire la città si trovavano a sud del porto, dove c’era anche una grande vasca per i pesci.

DSC_0034

Il canale dove risalivano le navi per attraccare ed entrare nell’Antica Phalasarna (foto: Claudia)

Infine, è stata rinvenuta anche la necropoli, fuori dalle mura ovviamente: le sepolture sono di vario genere, dalle tombe a fossa, a cista oppure scavate nella roccia.

E dopo quest’immersione di cultura, siamo pronti per immergerci nel Mar di Creta!

Falasarna, la spiaggia dai mille colori

La prima cosa che ho pensato quando mi sono trovata di fronte alla lunga spiaggia di Falasarna è stata: questo è un dipinto; quell’acqua aveva così tante gradazioni di blu e di azzurro che era impossibile che fosse vera, sembrava stata saggiamente pennellata dall’esperta mano di un pittore impressionista. Giunta poi sul lungo mare, la mia sopresa si è raddoppiata: la sabbia è rosa ed è costituita da migliaia di piccolissimi frammenti di conchiglie e coralli.

DSC_0059

La spiaggia di Falasarna dal nostro angolino magico (foto: Claudia)

Nella prima parte della mattinata restiamo nella spiaggia libera – a Creta la maggior parte delle spiagge solo libere, solo una piccola parte è attrezzata – ma nel pomeriggio si alza vento così decidiamo di noleggiare due lettini e un ombrellone (7 euro).

Non riesco a smettere di guardare quei colori, passeggiando lungo la battigia, calpestando quella soffice sabbia rosa e bianca e accarezzando gli scogli neri. Respiro profondamente per cercare di ricordarmi tutto, ogni singolo passo: dai colori incredibili ai profumi della macchia mediterranea, dalla brezza che spira dal mare all’incredibile morbidezza della sabbia sotto i miei piedi. Sono colpita dalla nursery delle tartarughe, sì anche alle tartarughe marine piace Falasarna e vengono qui a deporre le uova; mi commuove pensare che la prima cosa che vedranno le piccole tartarughine appena uscite dal guscio sarà questa spiaggia  incantevole…

DSC_0060

Falasarna ha mille gradazioni di blu: le tartarughine, una volta uscite dalla nursery, nuoteranno qui per la prima volta… (foto: Claudia)

C’è quiete, qui a Falasarna. Sembra incredibile che qualche migliaia di anni fa qui attraccassero i pirati per iniziare le loro scorribande a Creta. Mi guardo attorno e capisco all’improvviso che questo luogo mi ha conquistata: di fronte ho il mare di cristallo e dietro le guglie taglienti delle montagne di calcari rossi e bianchi, ricoperti di vegetazione piegata dal forte vento.

DSC_0113

Vorrei diventare vento e vivere qui, a Falasarna a increspare le onde… (foto: Claudia)

Infine, anche oggi, ci concediamo il tramonto. C’è chi dice che a Falsarna si vedano i tramonti più belli di Creta, poiché essendo ad Ovest si vede il sole compiere il ciclo finale prima di essere inghiottito dal mare. Non so se sia il più bel tramonto di Creta, ma per me rimarrà uno spettacolo magico, quasi divino, che nel caos della nostra vita moderna dovremmo imparare a rivivere di nuovo.

DSC_0190

La magia di un tramonto, una sensazione che mi porterò sempre nel cuore (foto: Claudia)

Se siete rimasti colpiti dalla bellezza della spiaggia di Falasarna e dalle rovine dell’Antica città minoica, non perdetevi le prossime puntate perché Creta ogni giorno mi ha riservato moltissime sorprese! Alla prossima!

Annunci

8 pensieri su “Creta | Diario di viaggio #2

    • Ciao Athena!
      Grazie per il commento! Il viaggio a Creta è stato anche per noi la prima volta in Grecia e ci siamo proprio innamorati di questi luoghi bellissimi dai paesaggi pazzeschi! Ho ancora in programma la stesura di un paio di articoli per ispirare i viaggi futuri di chi capita per qui…
      Santorini è un altro dei nostri sogni: se faremo il Grecia bis, cercheremo di fare un salto anche in quest’isola suggestiva e meravigliosa!

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...