Torino | Salone Internazionale del Libro

Il bello di abitare a pochi chilometri da Torino fa sì che praticamente ogni anno io possa andare al Salone del Libro. Il bello di avere un Golden Retriever che alle sette meno dieci del mattino ti porta uno dei suoi peluche nel tuo letto e ti sveglia, fa sì che io non perda il treno. Grazie Willy! Anzi, che addirittura riesca a prendere il treno prima. Così alle nove del mattino sono già in coda nel cordile del Lingotto, in attesa che aprano i cancelli della prima giornata della kermesse letteraria più importante del Piemonte.

Sotto un sole caldo, mi avvio all’ingresso 6, dove davanti a me ci sono soltanto due ragazze di Alba e una signora di Treviso; nell’oretta che ci separa dall’apertura, facciamo conversazione, parlando sia di libri (la signora trevigiana tra l’altro è una scrittrice che ha pubblicato un libro per una casa editrice indipendente) che di vacanze, lavoro, studi e un po’ tutto quello che ci passava per la testa.

Poco dopo le dieci entro al Salone, ma non è il profumo della carta che mi accoglie bensì… il profumo delle brioche appena sfornate! Il modo migliore per girare nel Salone è cercare subito i tabelloni con la disposizione degli editori e andare da quelli che interessano di più: altrimenti c’è da perdersi!

Quest’anno decido di non comprare nelle case editrici più note e famose: sono infatti alla ricerca di libri un pochino più “particolari”. Vengo anzitutto attratta dal grande Cupolone di Libri che è stato costruito in onore del Paese ospite di quest’anno, il Vaticano.

20140508_101934_

Il Cupolone di libri è il simbolo del Vaticano, Paese ospite di questa edizione (foto: Claudia)

La mia ricerca oggi è finalizzata verso i piccoli editori, per cui inizio a vagabondare nel padiglione 1; mi avvicino a Keller editore e inizio a sfogliare qualche romanzo del campionario. Una ragazza molto gentile e molto preparata mi chiede se ho bisogno di qualche informazione, e confesso che sono indecisa ma vorrei saperne di più sulle trame. Con molta competenza e professionalità, mi racconta le trame e la vita degli autori in modo tanto trascinante che decido di acquistare un romanzo e un reportage.

Il libro dei sussurri di Varujan Vosganian è un romanzo sull’Armenia e la sua storia vista con gli occhi di una generazione intera. Le recensioni in quarta di copertina sono buone, lo sfoglio e mi pare possa soddisfare i miei gusti; il reportage che scelgo è Come se mangiassi pietre di Wojciech Tochman, il racconto di cosa è successo agli stati balcani dopo lo smembramento a seguito della guerra della Jugoslavia. Tochman segue un’antropologa forense che si occupa di capire a chi sono appartenute le ossa che vengono ritrovate nelle fosse comuni.

Soddisfatta, mi avvio verso il padiglione 2 dove incontro i promoter della casa editrice O barra O anche in questo caso, parlo con un signore molto preparato e molto gentile, che con pazienza mi recensisce al volo il loro campionario. Vengo colpita dal romanzo Il viaggio di Tsomo di Kuzang Choden, l’unica scrittrice bhutanese. Lo scelgo perché il Bhutan è una realtà che conosco pochissimo, so solo vagamente che si trova pizzicato tra il colosso India e il Nepal; questa storia mi affascina, come anche mi affascina il Paese nel quale è ambientato.

20140508_144347

I miei nuovi romanzi in posa sulla libreria (foto: Claudia)

Anche quest’anno il Salone del Libro non mi ha delusa: è uno spazio sempre ricco di spunti e stimoli, oltre che di eventi e di cose interessanti. Dal punto di vista monetario sono un po’ più povera, dopo questi tre acquisti, ma spero di arricchirmi culturalmente.

Intanto, vi terrò aggiornati pubblicando qui i commenti ai romanzi e al reportage che ho comprato oggi!

Annunci

7 pensieri su “Torino | Salone Internazionale del Libro

  1. Pingback: Il libro degli sussurri presentato al Salone del Libro di Torino | Cartea Soaptelor

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...