Jostein Gaarder | La ragazza delle arance

Quest’anno il 1° marzo la Fondazione Caffeina di Viterbo ha lanciato un evento molto particolare: “Il 1° marzo compra un libro! Fai vincere la cultura!”. Ora, il titolo non era esattamente questo, ma il concetto sì. Quindi, ho deciso di partecipare anche io. Aggirandomi tra gli scaffali della libreria ho puntato e scelto “La ragazza delle arance” di Jostein Gaardner. Ho preso due piccioni con una fava perché, oltre a leggere un bellissimo romanzo, ho letto un romanzo di un autore norvegese, che nella mia lista mancava. So: the show must go on…

Titolo: La ragazza delle arance

L’autore: Jostein Gaarder è uno scrittore norvegese, che ha raggiunto la fama internazionale con il romanzo Il mondo di Sofia. Gaarder ha studiato filosofia, teologia e letteratura. È stato professore di filosofia per dieci anni prima di dedicarsi alla professione di scrittore. Vive a Oslo con la moglie e i due figli.

Editore: Longanesi

Il mio consiglio: sì, sì, sì.

1888599_10202780883390583_120920914_n

La trama de La ragazza delle arance è tanto semplice quanto originale. Georg, un ragazzo quindicenne, riceve una lettera del padre. Fin qui non ci sarebbe nulla di particolare, se non che il padre di Georg è morto dieci anni prima e la lettera è una specie di eredità che aveva nascosto nel suo passeggino rosso. Georg, come tutta la sua famiglia, resta sorpreso di ricevere una lettera del padre a così tanto tempo dopo la sua morte; l’adolescente si chiude in camera per un paio di ore e mentre fuori infuria una nevicata, legge il racconto che suo papà Jan aveva scritto per lui. Il racconto parla di stelle, telescopi e filosofia, ma anche di un Jan ragazzo nella Olso degli anni ’70 che incontra una ragazza tanto bella quanto misteriosa: la ragazza delle arance.

Ora, ovviamente, non posso svelare chi sia questa ragazza delle arance e perchè compri 10 chili di arance ogni giorno. Vi rovinerei il romanzo. Posso solo commentare dicendo che questo è un racconto lungo molto bello e commovente, dove un figlio molti anni dopo la morte del padre riesce a conoscere un po’ di più di quel genitore perduto troppo presto.

Per me si tratta del primo romanzo di Gaardner che leggo. Posso dire di averlo trovato scritto (quindi tradotto) in modo magistrale, scorrevole e decisamente ricco di pathos. E’ vero che ho capito presto chi è la Ragazza delle arance, ma ho lasciato che il racconto mi portasse pian piano alla rivelazione. Ho trovato interessanti spunti di riflessione sui temi legati alle stelle e alla filosofia. Certamente Gaardner ha saputo stupirmi e presto o tardi continuerò a leggere sui romanzi.

 

Advertisements

2 pensieri su “Jostein Gaarder | La ragazza delle arance

  1. E’ sempre bello vedere apprezzare un autore come Gaarder (che non tutti conoscono). Di lui, ho tutta la bibliografia ed ovviamente il testo di cui parli l’ho letto anche io.
    Se hai avuto modo di leggere altro di questo autore, ti accorgerai che tutti (ma proprio tutti) i suoi libri si concentrano sul ritrovamento di una lettera (o una serie di lettere) che raccontano a loro volta una storia. E’ entusiasmante vedere come, nonostante lo stesso tipo di format, Jostein Gaarder reinventi sempre qualcosa di nuovo e mai banale.

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...