David Grossman | Che tu sia per me il coltello

E’ grazie a diverse citazioni che ho letto tratte da questo romanzo che ho deciso di intraprendere la lettura di Grossman. Nelle varie recensioni amatoriali trovate sul web, leggevo che si tratta sì di un libro magnifico, ma che ha bisogno di tempo per essere letto e assaporato appieno. Non posso che condividere questo pensiero.

Titolo: Che tu sia per me il coltello

L’autore: David Grossman (Gerusalemme, 1954) è uno scrittore e saggista israeliano, autore di romanzi, saggi e letteratura per bambini, ragazzi e adulti, i cui libri sono stati tradotti in numerose lingue.

Editore: Mondadori

Il mio consiglio: assolutamente sì, ma solo se siete in un periodo della vostra vita in cui potete dedicare molto tempo a questo romanzo epistolare

Dal momento in cui ho cominciato a scriverti le parole sono sgorgate da un punto assolutamente nuovo, come se un seme fosse stato tenuto in serbo solo per un’amata particolare

Può un amore esprimersi attraverso una lettera? E può uno sconosciuto conoscere noi stessi come conosce se stesso o forse anche meglio? E’ ciò che accade a Yair e Myriam, due ragazzi di Gerusalemme che iniziano una meravigliosa e toccante corrispondenza epistolare. Le lunghe attese tra una lettera e l’altra sono l’occasione per consolidare ancora di più i forti sentimenti che permeano l’animo dei ragazzi, che li fanno crescere e li aiutano a confidarsi sempre di più.
Grossman è un narratore eccezionale, questo è il primo romanzo scritto da lui che leggo e mi sono trovata tra le mani un libro perfetto. Ci ho messo molto tempo a leggerlo, volutamente, per leggere (e rileggere) spesso intere frasi, per sporcare le pagine di polvere di grafite e sottolineare i passi che mi colpivano.
Un amore nato e cresciuto attraverso una lettera. Niente sms, niente Facebook o telefono per Yair e Myriam, ma solo la cara e vecchia carta. Quel profumo di cellulosa e inchiostro che fa battere loro il cuore quando, rispettivamente, trovano le lettere indirizzate a loro.
Un romanzo epistolare ricco di fascino, magia e sentimento, che mi sento di consigliare agli amici che abbiano voglia di immergersi totalmente – anima e cuore – in una storia senza tempo dagli effluvi odori di carta e inchiostro.

Annunci

Un pensiero su “David Grossman | Che tu sia per me il coltello

  1. Libro magnifico. Peccato io non abbia compreso l’ultima parte. Sarei molto grata se qualcuno me la spiegasse. Due piccole note sulla tua recensione: I protagonisti non sono “ragazzi” ma due persone adulte e le attese non sono per niente “lunghe” visto che si scrivono lettere ogni giorno.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...