Murakami Haruki | A sud del confine, ad ovest del sole

Il mio primo incontro con Murakami è avvenuto quando dalla biblioteca avevo preso in prestito “Nel segno della pecora”, circa tre anni fa. Su Internet, sui vari book social e nelle vetrine dei negozi, vedevo spesso pubblicizzati i libri di questo piccolo ometto giapponese e tutti venivano salutati dalla critica come dei bei romanzi. In particolare, nel mondo della rete era fortissima l’attesa per l’uscita di “1Q84” in italiano.

Dopo “Nel segno della pecora” ho letto parecchi romanzi di Murakami, cullata da quel senso di irrealtà e onirismo che permea il tempo, lo spazio e gli strani protagonisti delle sue storie. Perché mi piacciono i libri di Murakami? Perché sono trascinanti, perché i suoi personaggi sono bizzarri, è tutto così strano, surreale ma al tempo stesso il piccolo scrittore giapponese lo fa sembrare perfettamente normale. E’ qui la sua magia, secondo me.

Titolo: A sud del confine, ad ovest del sole

L’autore: Haruki Murakami (Kyoto, 12 gennaio 1949) è uno scrittore, traduttore e saggista giapponese.

Editore: Einaudi

Il mio consiglio: decisamente sì, questo è un ottimo romanzo per iniziare l’avvenutura letteraria con Murakami

Non sono mai rimasto affascinato dalla bellezza superficiale, quantificabile, ma da qualcosa di più profondo e assoluto. Amavo moltissimo quell’indefinibile nonsoché trasmessomi con forza dalle persone. Era come la passione segreta che alcuni nutrono per i temporali, i terremoti o i lunghi blackout. Potrei chiamarlo ‘magnetismo’, una forza che, nostro malgrado, ci attira inevitabilmente a sé e ci risucchia.

Queasta è la storia di Hajime, figlio unico di una coppia di giapponesi piuttosto anonimi; alle scuole medie, all’età di 12 anni, Hajime incontra una bambina, Shimamoto, anch’essa figlia unica, con la quale instaura un’amicizia che sembra essere molto forte e duratura. Invece, con la scelta di quale scuola superiore frequentare, le strade dei due ragazzi si dividono inesorabilmente. Iniziano gli anni dell’adolescenza per Hajime, lo studio intenso, le ragazze e le prime esperienze sessuali. Hajime ha diverse ragazze al liceo, ma quella con la quale trascorre più tempo assieme è Izumi. Eppure, sembra che dagli errori del passato Hajime non impari, infatti dopo il liceo lascia Izumi e si iscrive all’università di Tokyo, mentre Izumi resta al paese. Hajime si laurea e trova un lavoro mediocre in una casa editrice; la sua vita la dipinge come un disastro, si sente molto solo benchè abbia spesso rapporti occasionali con le ragazze. Casualmente, durante una gita in una giornata piovosa incontra Yukiko, una donna destinata a diventare la moglie e in seguito la madre delle sue due figlie. Grazie all’aiuto economico del suocero, Hajime apre due locali jazz, perchè la musica è una sua grande passione. La sua vita sembra ora aver preso un’ottima piega: è ricco, fa un lavoro che gli piace, ha una bella moglie e due splendide figlie. Ma… il passato è sempre in agguato e una notte nel suo locale jazz incontra Shimamoto. La donna suscita nel cuore di Hajime dei sentimenti contrastanti ed è così felice di averla incontrata che accetta di accompagnarla in un parco fluviale per compiere una missione importante. Durante questa gita,Hajime si accorge di quanto ami e desideri Shimamoto.
Ma è disposto a rinunciare alla sua vita per un capriccio? Per l’amore che prova per Shimamoto vale la pena sacrificare il suo lavoro e la sua famiglia?
Murakami in questo romanzo molto realista analizza gli aspetti di come un evento lasciato in sospeso in passato possa ripresentarsi in futuro, quando meno ce lo aspettiamo, e possa sconvolgere nel bene o nel male le nostre esistenze.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...